Guancialino di vitello brasato al vino rosso

Guancialino di vitello brasato al vino rosso

La guancia di vitello è un taglio complesso da reperire, visto che si parla di pezzi molto piccoli e ogni animale ne ha soltanto due. Si tratta anche del taglio con la carne più dura dopo il cuore, ma grazie alla particolare conformazione del tessuto connettivo, con una cottura lenta e prolungata, si scioglierà letteralmente in bocca.

– CHE TIPO DI TAGLIO E’ IL GUANCIALINO – 

Si tratta del muscolo che si trova nella zona situata tra muso e gola, tra tenerone e musetto. In Piemonte viene addirittura suddivisa in due parti: quella anteriore viene chiamata “brutto e buono”, mentre quella posteriore va a finire nella testina. E’ una parte estremamente ricca di muscoli, ma su cui l’animale non appoggia mai il suo peso. Se ne ricava una carne non grassa, ricca di fibre molto preziose. Ogni pezzo pesa tra i 250g e i 500g.

Una volta acquistata, potete conservarla in frigorifero, nella parte più fredda, per non più di 4 giorni. 

DOSI PER 4 PERSONE:

▪1 jdjsj1/2kg di guancialino
▪3 spicchi di aglio
▪100gr di lardo
▪50gr di burro
▪1 cipolla
▪1 jdjsj1 gambo di sedano
▪1 carota
▪2 bicchieri di rosso fermo corposo
▪passata di pomodoro
▪pepe e sale q.b.
▪1 litro di brodo di carne
▪salvia, rosmarino, prezzemolo

COME FARE IL GUANCIALINO DI VITELLO STRACOTTO AL VINO ROSSO

guancialino di vitello

Per preparare questo piatto dovrai mette a macerare il taglio di carne il giorno precedente, e lasciarlo in macero tutta la notte fino al momento del suo utilizzo. Mettilo quindi in un recipiente assieme a mezza cipolla, salvia, rosmarino, prezzemolo e uno spicchio d’aglio.

Il giorno dopo, in una casseruola fai soffriggere il burro con la restante mezza cipolla, e il lardo. Aggiungi il guancialino e fai rosolare da entrambi i lati per qualche minuto. 

Una volta che tutte e due i lati si saranno colorati, unisci i due bicchieri di vino e la passata di pomodoro, e il brodo fino a coprire a filo la carne.

Metti il coperchio e fai cuocere a fuoco basso per 5/6 ore, controllando ogni tanto. La carne del guancialino per risultare tenera e che si scioglie in bocca ha bisogno di una lunga cottura a bassissima temperatura.

  • MEDIA
  • 5/6 ORE
  • FAI MOLTA ATTENZIONE A SIGILLARE BENE LA CARNE PRIMA DI UNIRE GLI INGREDIENTI LIQUIDI. SIGILLARE LA CARNE LE CONFERISCE UN SAPORE MOLTO PARTICOLARE AL SU INTERNO, FRAMMENTANDONE LE PROTEINE.

Potrebbero interessarti anche questi articoli!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *