Cpt.1 : Le verdure di Febbraio

Cpt.1 : Le verdure di Febbraio

Perché scegliere verdure di stagione?

Mangiare verdure di stagione vuol dire mangiare salutare perché le verdure non hanno bisogno di trucchi per crescere, non devono affrontare lunghi viaggi per arrivare fino a noi (perché magari sono di stagione, si, ma in un altro paese o continente), soprattutto se scegli prodotti da agricoltura biologica, senza additivi sconosciuti. Aggiungiamo a tutto questo il fatto che ogni cosa al mondo ha una sua stagionalità, e un suo momento di “essere”, e che mangiare di stagione aiuterà il nostro organismo a diversificare l’apporto di sostante nutritive di cui ha bisogno.

  • AGLIO: l’aglio è di stagione per tutto l’anno, in inverno e in estate grazie alla possibilità di essiccarlo facilmente e quindi di conservarlo a lungo senza problemi.
  • BIETA: grazie alle capacità di adattamento della pianta e alle differenze climatiche in Italia, possiamo trovare la bietola di stagione da gennaio a dicembre.
  • CARCIOFO: lo troviamo in autunno e in inverno. E anche all’inizio della primavera, mentre va in riposo nei mesi più caldi dell’anno.
  • CARDO: questo ortaggio preferisce il freddo e si trova fresco da novembre a febbraio.
  • CAROTE: grazie alla semplicità di coltivazione e alle differenze di clima in Italia, possiamo trovare in tutti i mesi dell’anno carote fresche e pronte da portare in tavola.
  • CAVOLO: preferisce i mesi freddi ed infatti lo troviamo da ottobre ad aprile.
  • CECI: li troviamo tutto l’anno grazia alla possibilità di conservarli secchi.
  • CICORIA: da settembre a febbraio, dunque tutto l’autunno e l’inverno.
  • CIPOLLA: grazie alla possibilità di coltivarle in diverse stagioni e di conservarle poi a lungo, le cipolle sono presenti in tutti i mesi dell’anno.
  • ERBA CIPOLLINA: grazie alla possibilità di coltivarla in diverse stagioni, è presente in tutti i mesi dell’anno.
  • FINOCCHIO: da ottobre a maggio
  • LATTUGA: tutto l’anno.
  • LENTICCHIA: tutto l’anno.
  • PATATA: originaria delle regioni andine in America meridionale la troviamo tutto l’anno.
  • PISELLO: imponendosi tra i legumi (e le verdure, in generale) di uso più comune lo troviamo tutto l’anno.
  • PORRO: è conosciuto nella cucina mediterranea da diversi secoli e il suo gusto un po’ più dolce lo rende più indicato per alcune ricette tipiche, lo troviamo da settembre ad aprile.
  • RADICCHIO: il suo caratteristico colore rosso tinge gli orti (e le tavole) in autunno e inverno, lo troviamo da ottobre ad aprile.
  • SCALOGNO: il suo nome richiama la città israeliana di Ascalona (Ashkelon) dal cui porto salparono le navi che nel XIII secolo portarono i Crociati a casa. Lo troviamo tutto l’anno.
  • SEDANO: utilizzato nel Medioevo addirittura come antidepressivo naturale, lo troviamo tutto l’anno.
  • SPINACIO: imbattibile tra i prodotti dell’orto per varietà di nutrienti, lo si trova da ottobre ad aprile.
  • TOPINAMBUR: appartiene alla stessa famiglia botanica dei girasoli, lo troviamo da ottobre a marzo.
  • ZUCCA: è un ortaggio completo e globale, colora di arancione le tavole e lo si trova da settembre a febbraio.

 

𝑆𝑒 𝑡𝑖 𝑒̀ 𝑝𝑖𝑎𝑐𝑖𝑢𝑡𝑜 𝑞𝑢𝑒𝑠𝑡𝑜 𝑎𝑟𝑡𝑖𝑐𝑜𝑙𝑜, 𝑟𝑒𝑔𝑖𝑠𝑡𝑟𝑎𝑡𝑖 𝑎𝑙𝑙𝑎 𝑚𝑖𝑎 𝑛𝑒𝑤𝑠𝑙𝑒𝑡𝑡𝑒𝑟 𝑒 𝑠𝑐𝑎𝑟𝑖𝑐𝑎 𝑡𝑢𝑡𝑡𝑖 𝑖 𝑐𝑎𝑝𝑖𝑡𝑜𝑙𝑖 𝑑𝑒𝑙𝑙𝑎 𝑟𝑢𝑏𝑟𝑖𝑐𝑎 “𝐿𝑎 𝑆𝑝𝑒𝑠𝑎 𝑆𝑚𝑎𝑟𝑡” 𝑑𝑖𝑟𝑒𝑡𝑡𝑎𝑚𝑒𝑛𝑡𝑒 𝑠𝑢𝑙 𝑡𝑢𝑜 𝑐𝑜𝑚𝑝𝑢𝑡𝑒𝑟.

– 𝓒𝓱𝓲𝓬𝓬𝓪

 

Potrebbero interessarti anche questi articoli!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *