Impasto per pizza

Impasto per pizza

Ci sono molte ricette e teorie differenti su come fare l’impasto della pizza. quella indiscussa e’ la ricetta napoletana, che il cuoco raffaele esposito fece in onore della regina margherita, condendola solo con pomodoro, mozzarella e basilico e chiamandola Margherita, appunto in onore della regina margherita di savoia. io vi propongo la mia ricetta, semplice per un impasto soffice.

 SAI COME E’ NATA LA PIZZA?  –

Anche se considerata originaria della tradizione culinaria italiana (e soprattutto napoletana) nel mondo anche Egizi, Greci e Romani cucinavano focacce schiacciate molto simili! La pizza ha quindi una storia davvero lunga , molto complessa e incerta, tuttavia le prime attestazioni della parola risalgano al 997 nei pressi di Gaeta. In antichità nel bacino Mediterraneo la pizza era un piatto molto povero fatto con strutto, formaggio e basilico (a volte con scarti di pesce) diffuso in tutte le regioni. La pizza così come la conosciamo noi arrivò nel 1889 quando il cuoco napoletano Raffaele Esposito creò la pizza Margherita (tricolore) in onore della Regina Margherita di Savoia:pomodoro, mozzarella e basilico per onorare la Regina e l’Italia! Fino al 1830 circa la pizza era venduta esclusivamente in bancarelle ambulanti e da venditori di strada fuori dai forni, poi arrivarono le pizzerie! L’antica pizzeria Port’Alba a Napoli è considerata la più antica pizzeria italiana ancora oggi esistente! 

DOSI PER 2 PIZZE MEDIE:

500gr di farina 00
300ml di acqua
35gr di olio EVO
10gr sale
1 panetto di lievito di birra

 

COME FARE L'IMPASTO PER LA PIZZA

In una terrina versate la farina setacciata.

Unite poi il lievito sciolto precedentemente in 1/3 dei 300ml di acqua a temperatura ambiente, il sale e l’olio EVO. 

Impastare fino al completo assorbimento di tutti gli ingredienti, fino ad ottenere un impasto omogeneo ed elastico.

Lasciare riposare l’impasto per almeno 3 ore, o comunque fino al raddoppio del volume, coperto da un telo e lontano da fonti di aria. L’ideale sarebbe in forno con la luce accesa.

 

  • BASSA
  • RIPOSO DI ALMENO 3 ORE
  • SI PUO’ SCEGLIERE DI USARE IL LIEVITO FRESCO O SECCO. SE SI UTILIZZA QUELLO SECCO, SI CONSIGLIA DI USARNE 35GR OGNI 500GR DI FARINA.

Potrebbero interessarti anche questi articoli!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *